Più naturale del “naturale”

Più naturale del “naturale”

[CURIOSITÀ] Ma chi lo ha detto che bere latte da adulti non sia naturale? E fa pure bene al cuore!

Tra i tanti miti da sfatare c’è anche quello che ci vuol far credere che bere latte da adulti non sia naturale, in quanto la natura vorrebbe che dopo lo svezzamento non si abbia più la capacità di digerire il lattosio. Ma non è vero.
Come ci ricorda il Prof. Griselli, nutrizionista del Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in agricoltura, l’evoluzione biologica è priorità inevitabile degli organismi viventi. E sulla questione, uno dei più grandi genetisti esistenti, Luca Cavalli, è inequivocabile: “Tra gli esempi più importanti di mutazione vantaggiosa che si è presentata nel corso dell’evoluzione umana c’è sicuramente la capacità di utilizzare il lattosio da adulti”.
Insomma, per usare le parole del prof. Griselli, bere latte da adulti è infinitamente più naturale che bere una ‘naturalissima’ bevanda a base di soia o di riso, costruita in laboratorio partendo da idrolisati proteici, vitamine aggiunte e un pizzico di additivi di vario tipo, per cercare di imitare quello che la natura ci mette a disposizione ogni giorno: il latte.

IL LATTE FA BENE AL CUORE. E NON SOLO
Spesso, quando si parla di patologie cardiovascolari, si è portati a pensare che i grassi animali siano un fattore di rischio, laddove invece è solo un loro eventuale eccesso ad essere dannoso. Per il latte, poi, il discorso vale ancor di più, dato che dalle recenti meta-analisi risulta chiaro che il consumo di latticini può addirittura essere associato ad una protezione cardiovascolare. E anche ipertensione e diabete – patologie a sé stanti, ma concorrenti al danno cardiovascolare – risentono favorevolmente di un congruo consumo di latte e derivati.