Un ciclo di incontri formativi, teorici e pratici: le porte del laboratorio di Strawberry Fields si aprono agli studenti della scuola primaria e secondaria.

Questo è A SCUOLA DI GELATO, dove i ragazzi scoprono il lavoro di una gelateria rigorosamente artigianale per imparare a coniugare il gusto con la responsabilità ambientale, la golosità con la scienza, la tecnica con la fantasia.

 

Il progetto “A scuola di gelato” nasce nel 2013 e si rivolge ai bambini della V elementare della Scuola primaria Igbal Masih, istituto vicino alla sede storica di Strawberry Fields in Via Tor de’ Schiavi. Successivamente, con l’apertura della seconda sede della gelateria in Colli Aniene, il progetto si estende agli alunni di IV e V  elementare degli Istituti Balabanoff e Santi, mentre nella zona di Tor de’ Schiavi “A scuola di gelato” interessa gli Istituti Pirotta, Trilussa e Fiuggi.

Dal novembre 2015, alla versione destinata alle elementari, si affianca quella più elaborata destinata a ragazzi della scuola secondaria. Ma l’obiettivo è sempre lo stesso: offrire ai ragazzi la possibilità concreta di intendere il gelato non solo dal punto di vista del consumo, bensì da quello assai complesso della produzione, partendo dallo studio degli ingredienti e arrivando all’esperienza pratica del laboratorio.

 

Fino a oggi “A scuola di gelato” ha coinvolto oltre 1.500 ragazzi.

Un piccolo miracolo, un esempio di buone pratiche, tra due mondi che non è affatto scontato possano parlarsi, capirsi e agire insieme: la scuola e un’attività commerciale.

UN MONDO DI GUSTI è la versione più elaborata del progetto “A scuola di gelato”, ideata da Geppy Sferra e dal professore Federico Abodi per i ragazzi delle secondarie: un modo diverso di fare scuola, che permette agli alunni di affiancare allo studio l’esperienza diretta del mondo della gelateria.

Realizzato in collaborazione con l’istituto Comprensivo Angelica Balabanoff, e patrocinato dal IV municipio del Comune di Roma, il progetto segue la fortunata esperienza pilota realizzata nell’anno scolastico 2015/16 e intitolata Ognuno ha i suoi gusti. Partendo dal fatto che in un semplice gelato si intrecciano fili e prospettive diverse (della storia, delle scienze, della tecnologia, dell’economia…) i ragazzi, oltre ad apprendere le basi della tecnica e dell’arte gelatiera, sono stimolati a interrogarsi sulle proprie percezioni e sui propri gusti.

 

E ogni volta il progetto si conclude con una festa, che assume l’aspetto di una sfida all’ultimo cucchiaino tra i gusti ideati e preparati dai ragazzi e serviti agli abitanti del quartiere.

 

Dal punto di vista generale, i ragazzi sono portati a riflettere sulle dinamiche ambientali, l’impatto dell’economia sugli ecosistemi e la varietà dei prodotti sul pianeta. Per trattare questi temi sono coinvolti tecnici ed esperti di diverse organizzazioni (Slow Food SAL, insieme con psicologi e dietisti).

Per quanto riguarda invece il programma direttamente riferito alla gelateria, la parte teorica – storia, chimica e tecnica del gelato artigianale, bilanciamento delle ricette – avviene in classe; quella pratica, con la produzione dei gusti, nel laboratorio della gelateria. Gli studenti sono divisi in gruppi, ciascuno dei quali dovrà realizzare un gusto originale. Ogni ultimo sabato del mese coppie di gruppi si sfidano in gelateria e la clientela di Strawberry Fields, con votazione pubblica, decreta i gusti finalisti che si contenderanno la vittoria nella giornata conclusiva del progetto, lo Strawberry Festival.

CONTATTI

 

Roma – Colli Aniene

(viale B. Bardanzellu 77 – 00155)

tel. 06.64264692
cell. 366 300 60 27

 

Roma – Centocelle

(via Tor de Schiavi 287/a – 00171)

tel. 06.64962777